Alessandra Baldoni

Solo Exhibitions

2016
“A debita distanza”, Sabrina Raffaghello Arte Contemporanea, Milano, a cura di Angela Madesani

2015
“Ho tentato tre inizi”, Musei Civici Camerino, Camerino, a cura di Verticale d’arte
“Les mots n’ont pas de sens, ils n’ont que des valeurs”, ADD-art gallery, Spoleto, a cura di Maddalena Rinaldi
“La neve non ha voce”, Chiostro di Voltorre, Varese, a cura di Alessandra Redaelli
“Lo specchio oscuro”, ExMà, Cagliari, a cura di Giacomo Pisano

2014
“I need protection”, Palazzo Inghirami, Sansepolcro, a cura di Manuela De Leonardis.
“Diari di sogni perenni”, Corciano, a cura di Francesca Duranti e Andrea Baffoni.
“Nostalgia dell’umano”, BluOrg Gallery, Bari, a cura di Francesco Paolo del Re.
“Orlando in ordine sparso”, Mole Vanvitelliana, Ancona, a cura di Federica Mariani.

2013
“Salva con nome”, Studio Vanna Casati, Bergamo, a cura di Maddalena Rinaldi.
“Senza”, Biblioteca Enzo Tortora, Roma, a cura di Maddalena Rinaldi.
“Vite di uomini non illustri”, Palazzo Ziino, Palermo, a cura di Federculture.
“Catino azzurro di strega”, Sala degli Ammassi, Citerna, a cura di Roberta Panichi.
“Frammenti di un discorso amoroso”, Centro Luigi di Sarro, Roma, a cura di Maddalena Rinaldi.
“Vite di uomini non illustri”, Palazzo San Clemente, Biblioteca di Scienze Tecnologiche-Architettura, Firenze, a cura di Cristina Petrelli.

2012
“Incontri al Museo- Dialoghi al presente con l’arte”, Museo Civico, Sansepolcro, a cura di Ilaria Margutti.
“Vite di uomini non illustri”, SpongeArteContemporanea, Pergola (PU), a cura di Cristina Petrelli e Viviana Siviero.

2011
“As before Ash”, TAC Arte Contemporanea, Perugia, a cura di Viviana Siviero.
“Stelle di carta”, SpongeArteContemporanea, Pergola (PU), a cura di Cristina Petrelli.
“Love Story”, Palazzo del Podestà, Rimini, a cura di MariaCristina Ballestracci e Angela Gorini.

2010
“La terza persona”, Studio Vanna Casati, Bergamo, a cura di Mario Cresci.
“Ti rubo gli occhi”, Palazzo del Podestà, Rimini, a cura di Viviana Siviero.
“L’acqua la insegna la sete”, Trebisonda arte, Perugia, a cura di Francesca Duranti.

2009
“Le cose che vedi”, SI Fest 09, Savignano sul Rubicone, Casina Piazza Castello, a cura di Luca Beatrice.
“Storie – Il mattino non sposta le stelle”, FilippoFettucciariArte, Perugia, a cura di Francesca Duranti.
“Fiction”, Ex-Mattatoio Testaccio, Roma, a cura di Bianca Pedace.
“Come un incendio nelle tue abitudini”, Complesso Museale di San Francesco, Montefalco, a cura di Maurizio Coccia e Mara Predicatori.

2008
“Orientarsi con le stelle”, Palazzo della Penna, Perugia, a cura di Luca Beatrice.
“Le cose perse diventano sentimenti”, Palazzo Primoli, Roma, a cura di Paolo Balmas.
“Parole Rane”, galleria Mega+Mega, Arezzo, a cura di Viviana Siviero.

2007
“Love Story”, Castello sul mare, “Rapallo Fotografia Contemporanea”, Rapallo, a cura di Mara Granzotto e Andrea Botto.
“Io sogno, io amo, io sono”, Studio Vanna Casati, Bergamo, a cura di Caterina Iaquinta.

Collective Exhibitions

 

2017

“DEVELOPING Italian Experimental Photography”, SR-ContemporaryArtBerlin, Berlino.
“Premio Fabbri”, Fondazione Francesco Fabbri, Pieve di Soligo (Tv), a cura di Carlo Sala.
”Arteam Cup”. BonelliLab, Canneto Sull’Oglio (Mn), a cura di Espoarte.
“Gioco di Fantasmi”, CSArt. Reggio Emila, a cura di Chiara Serri.
“Chronos: le stanze del contemporaneo”, Palazzo Vezzoli, Bergamo, a cura di Angela Madesani.
“Gioco di fantasmi”, CSArt, Reggio Emila, a cura di Chiara Serri.
“Intreccio”, Centro per l’Arte Contemporanea La Rocca, Umbertide, a cura di Manuela De Leonardis.

2016
“Effetto notte”, Lazzaretto, Cagliari, a cura di Roberta Vanali.
“Flashback”, Palazzo Ducale, Genova, a cura di Sabrina Raffaghello e Roberto Mutti.
“Il sangue delle donne”, Teatro Stabile Comunale, Isola dei Liri, a cura di Manuela De Leonardis.
“Privata”, Museo Civico di Sansepolcro, Sansepolcro, a cura di Antonio Zimarino.

2015
“Centro Periferia”, Palazzo Flangini, Venezia, a cura di Federculture.
“Arteam Cup”, Officina delle Zattere, Venezia, a cura di Arteam.
“Imago Mundi”, Fondazione Giorgio Cini, Isola di San Giorgio Maggiore-Venezia, a cura di Luca Beatrice.
“Cibi condimentum esse famem”, Sabrina Raffaghello Arte Contemporanea, Milano, a cura di Sandra Benvenuti.
“Imago Mundi”, Fondazione Re Rebaudengo, Torino, a cura di Luca Beatrice.
“Idrophilia-la zona abitabile”, Caserma Archeologica, Sansepolcro, a cura di Ilaria Margutti.
“Leggero come l’alluminio”, Spazio Comel, Latina.
“Privata”, casa Museo di Alda Merini, Milano.

2014
“DonnexDonne”, Galleria del Cembalo, Roma, a cura di Manuela de Leonardis.
“Uno sguardo curioso”, Studio Vanna Casati, Bergamo.
“Femminile, Plurale”, Palazzo Pirola, Milano, a cura di Alessandra Redaelli.
“Aliens”, Casa di Ludovico Ariosto, Ferrara, a cura di Frattura Scomposta.
“Erotic Glaze”, Sabrina Raffaghello Arte Contemporanea, Milano.
“Privata”, Art Hotel Gran Paradiso, Sorrento, a cura di Federica Mariani.
“Femminile-Plurale”, Biffi Arte, Piacenza, a cura di Alessandra Redaelli.
“La scrittura disegnata”, MUSAS, Santarcangelo di Romagna, a cura di Dacia Manto.
“La grande illusione”, Gallery of Art – Temple University, Roma, a cura di Manuela De Leonardis.
“Tell mum everything is ok”, Palazzo della Penna, Perugia, a cura di Francesca Duranti.

2013
“Premio Cairo”, Museo della Permanente, Milano, a cura di Luca Beatrice.
“Altari profani”, Sensus luoghi per l’arte contemporanea, Firenze, a cura di Claudio Cosma.
“Future”, Palazzo Vittone, Pinerolo, a cura di Elena Privitera e Marco Filippa.
“Il corpo Solitario”, Palazzo della Penna, Perugia, a cura di Giorgio Bonomi.
“Malizie sul Perugino”, Antiquarium, Corciano, a cura di Massimo Duranti e Carlo Ponti.
“Marche centro d’arte”, Pala Riviera, San Benedetto del Tronto, a cura di Elisa Mori.
“L’arte è un romanzo”, Palazzo della Penna, Perugia, a cura di Luca Beatrice.
“Gender Utopia”, Casa del Cinema, Roma, a cura di Francesco Paolo Del Re.

Alessandra Baldoni was born in 1976 in Perugia where she currently lives and works. Since the age of eight Alessandra experienced a strong relationship with the medium of photography whilst cultivating her passion for writing, finding within words the skeleton of her work.

Her photos, the result of “small scripts written for a shot”, set up real sets by building a metaphysical and enchanting world telling us where soul places are by focusing on their existential geographies. The central themes of her research are memory, dream, fairy tale and love.

She has recently been among the artists selected for the XIV “Cairo Prize” at the Museum of Permanente, Milan. She has worked actively since 2000 and has exhibited in numerous collective exhibitions in Italy and abroad, collaborating with various personalities. For years she has held seminars and workshops on narrative photography in schools and universities. She is represented by SR Contemporary Art since 2015.

She lives in a little country town near Trasimeno Lake. Of her land she loves the clean skies, the grasses’ s darkest shade of green and the firm wisdom of the lake; Of her city she loves the cold and the fresh wind that navigates into the white-stoned alleys, the light that reflects like crystal and the rough and poignant city’ s heart. 

She has always been in love with literature; her emotions are deeply connected to the page line. The words are a healing, an antidote to the wound, bread to survive.

In her art, images are born and arise up from words, they are like morning fragments that belong to a powerful and enigmatic dream. She shows real sets after carefully preparing each particular. She loves mystery and stories, poems, books, cinema, her puppy Nina, good food and good wine, photos found in small markets, wood boxes and typographical ancient types. She has a passion for smells, peonies, Harry Houdini and red shoes.

She would not be Alessandra Baldoni without the affection and support of her loved ones and of all those that in front of her work discovered their heart’s desires.

She has never had a “b plan” or ever thought to be anything else but an artist.